Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

programma Malagò

Un'opera così complessa a livello statistico non la si portava a compimento da oltre un ventennio. L'ultimo censimento degli impianti sportivi nella nostra regione era stato fatto nel 1996, un dato che rende ancora più significativa la portata del lavoro.

 

A distanza di venti anni la situazione complessiva in Abruzzo è assolutamente migliorata, cioè ci sono molti più impianti sportivi in generale e anche nelle scuole quasi ogni istituto è dotato della propria palestra per svolgere le attività.

 

Ma non sono tutte rose e fiori, perché di contro si registra l'assoluta necessità di dare la giusta manodopera a questi impianti: allo stato attuale è questa la criticità più impellente sulla quale intervenire.

 

Giovedì alle ore 10.15 se ne parlerà in conferenza stampa a L'Aquila presso i saloni della Regione Abruzzo, interverrà anche il presidente nazionale del Coni Giovanni Malagò.

 

Malagò proseguirà la sua intensa giornata abruzzese con altri appuntamenti a seguire 

- L'Aquila 

Ore 11.30 ACTIONAID (Palazzo Fibbioni, Sala Rivera,  via San Bernardino 1

“La partecipazione attraverso lo sport: fenomeno di aggregazione e coesione sociale nelle comunità più vulnerabili”

- Teramo

ore 15-15,30  :  arrivo a Teramo, Piazza Martiri della Libertà  (ovvero piazza del Duomo,  sede del Campo principale della Coppa Interamnia di pallamano) . Incontro con organizzatori Coppa , rappresentanti provinciali e regionali delle federazioni sportive, rappresentanti delle squadre internazionali.  

Ore 16,00 :  Breve conferenza stampa nel porticato del Vescovado.

Ore 16,30  :  Biblioteca Delfico dove  è previsto un intervento (15 minuti) del dott. Malagò sul tema  “Lo sport e le attrezzature sportive quali infrastrutture sociali per il rilancio delle comunità interessate dal sisma".